Site Loader

 

 

La schiaccia incioccata (o “ciocca”) è una mia rivisitazione della “schiaccia briaca“.

La schiaccia briaca è un dolce tipico dell’isola d’Elba. Un dolce poco lievitato con noci e uvetta, reso briaco (ubriaco) per la presenza dell’alchermes e dell’Aleatico, vino passito che si produce sull’isola.

In questo caso, date le mie origini friulane, il dolce si chiama  “schiaccia incioccata” perché non contiene il vino elbano ma ne contiene uno friulano: il Ramandolo.

L’impasto della schiaccia ciocca è un impasto dal sapore molto neutro e prende tutto il gusto dalla frutta secca ed essiccata che si aggiunge. Io ho usato noci, nocciole, arachidi al naturale e uvetta ma potete mettere quello che preferite: anacardi, pinoli, mandorle, fichi o albicocche secche per renderlo ancora più dolce.

E’ un dolce molto leggero, perfetto per una merenda pre o post allenamento o per una coccola serale. Potete  accompagnare la schiaccia con un bicchiere di latte caldo o, forse meglio, con bicchierino di vino dolce. E’ adatto agli intolleranti al lattosio e cosa super importante, è molto facile e veloce da preparare!

 

Vi è venuta un po’ di acquolina in bocca?

Ecco la ricetta!

Ricetta schiaccia ciocca

Ingredienti

  • 250 g Farina integrale
  • 250 g Farina 00
  • 250 g Zucchero
  • 80 g Olio di semi
  • 160 g Vino dolce passito (Ramandolo)
  • 80 g Uvetta
  • 10 Noci
  • 50 g Nocciole
  • 50 g Arachidi
  • 1 bustina Lievito secco
  • 1 cucchiaino Sale

Istruzioni

  • Iniziate tritando la frutta secca e mettere ad ammollare l'uvetta nel vino.
  • Mescolate le farine con zucchero, olio, vino e uvetta (una parte tenerla da parte della decorazione).
  • Aggiungete un cucchiaino di sale e il lievito all'impasto.
  • Aggiungete parte della frutta secca, una parte servirà per la decorazione.
  • Oliate e infarinate una teglia per poterci poi mettere l'impasto, si può stendere con le dita, dovrà avere uno spessore di circa 1-2 cm.
  • Decorate la schiaccia con uvetta, frutta secca, zucchero e bagnatela con un po' di vino.
  • Infornate a 180°C per circa 30-40', alla fine dovrà essere un po' croccante.

Un dolce semplice e molto versatile dove potrete sbizzarrirvi a vostro piacimento. Si possono facilmente cambiare molti ingredienti. Se voleste utilizzare un vino passito del veneto otterreste la vostra personale “schiaccia imbriaga” (come mi hanno insegnato a dire i miei amici patavini). Oltre al vino, potete scegliere la frutta secca che più desiderate e cambiare la vostra schiaccia di volta in volta.

La forma seconda la tradizione tradizione 

La forma classica della schiaccia è rotonda, ma il dolce renderà benissimo anche se fatto a forma di biscotti. In questo caso basta che formiate delle piccole palline di impasto e le disponiate ben distanziate su una teglia con carta da forno e la cottura sarà ancora più veloce!

Curiosità

Nonostante abbia il vino, questo dolce è adatto anche ai più piccoli perché in cottura l’alcool evaporerà, lasciando solo il suo sapore dolce ma caratteristico.

 

 

 

Livia Soldati

Commenta