Site Loader

New York è una destinazione affascinante che attira turisti da tutto il mondo e ha lasciato il segno in chi ci è stato.

Ho deciso di raccontarvi la mia esperienza nella Grande Mela, da come è nato il tutto fino al desiderio attuale di tornarci al più presto.

Tutto iniziò per scherzo durante la classica gita di quinta a Monaco, dove per farla breve siamo stati invitati oltreoceano.
Così bello e affascinate, ma New York è New York e noi soltanto diplomandi con tante idee e domande per la testa ma poche riposte… però la cosa certa è che volevamo partire.

Arriva il 6 Novembre 2018. Tutto era pronto, noi non stavamo nella pelle.
Primo volo transoceanico per me, primo volo assoluto per Gio.
Sembrava tutto più grande di noi, super emozionati e super esaltati.
Siamo atterrati al JFK in tarda serata, e una volta arrivati in camera non restava che sconfiggere il jet-lag e realizzare il tutto.

Non starò di certo qui ad annoiarvi giorno per giorno ma fidatevi che sono stati 12 giorni davvero incredibili ed indimenticabili!
Svegliarsi la mattina e capire cosa ci aspettava ci rendeva in qualche modo iperattivi.
La voglia di sbrigarsi, partire e raggiungere Manhattan era sempre alle stelle, ed ogni ora in quella città aveva il suo perché.

Abbiamo fatto moltissime esperienze e visitato moltissimi angoli della città.
Tra i ricordi più belli c’è sicuramente l’esperienza del “The RIDE”, 75 minuti a bordo di un autobus davvero particolare.. dove la cosa principale da fare era godersi il momento!

THE RIDE

Senza dubbio la cosa che più mi ha lasciato a bocca aperta sono le mille sfaccettature della città in sé e degli skyline che ci riserva. La descrivono come una città che non dorme mai ed è proprio cosi! Tutto ciò che ci ruota attorno viaggia ad un ritmo indescrivibile.
Salire sull’Empire State Building e on “The top of the rock” mi ha regalato migliaia di emozioni, e li in cima i pensieri volavano liberi e gli occhi si perdevano tra le mille luci di Times Square e tutta Manhattan.

Il cibo

Come molti possono ben pensare, siamo tornati ingrassati, ma non di molto! Questo grazie alle decine di chilometri macinati giornalmente su e giù per le vie di Manhattan.
New York è una città dalle mille culture ed influenze e come tale per qualsiasi brontolio di stomaco c’è la risposta. Dalle bancherelle e truck food lungo le strade ai rinomati ristoranti, di ogni tipologia e genere.

Abbiamo cercato di provare un po’ di tutto, dai classici brunch Newyorkesi al ristorante Italiano ( davvero molto molto buono!), senza ovviamente dimenticare gli hot dog dei banchetti, hamburger e fried potatoes.

I musei

Come ben si sa, la città è davvero ricca di musei, dai “soliti” ai più strani..
Abbiamo cercato, grazie al NYpass di vederne il più possibile, dai grandi classici di Manhattan al “The sex musuem” o al museo dei grattacieli.
Ognuno ha la propria storia e le proprie peculiarità e noi abbiamo cercato di scoprirli tutti! Ci sarebbe moltissimo da raccontare.. ma passiamo al paragrafo successivo!

Senza dubbio il “The Met”, il Guggenheim Museum e l’ American History Musuem colpiscono per la loro struttura e architettura, senza ovviamente nulla togliere a quanto conservato dentro. Piccola nota di sfortuna per noi.. il simbolo dell’ “American” e di “ Una notte al Museo” era inaccessibile per ristrutturazioni..

Le crociere

Manhattan è circondata dalle acque e proprio per questo sono centinaia le crociere giornaliere. Abbandonarsi ad esse, che sia di giorno o al tramonto lascia tutti a bocca aperta. L’indecisione di dove lasciare lo sguardo è sempre altissima perché ancora a motore spento, lo sguardo si perde tra i grattacieli e le rive della penisola, per abbandonarsi poi a ponti e alla leggendaria Lei: la Statua della Libertà!
Abbiamo avuto l’opportunità di salpare per ben 3 volte e ognuna di essere ci ha regalato emozioni differenti. Non è facile descrivere certe emozioni.
Osservavamo tutto con occhi diversi, ogni volta, e l’ondeggiare delle acque accompagnavano i nostri viaggi.

Mercati e mercatini

I mercati sono una delle cose che ho apprezzato di più della città. Ce ne sono moltissimi ma ognuno di essi ha quel qualcosa che merita e che lo distingue dagli altri. Ne abbiamo visti parecchi, dal Chelsea Market al Grand Central Market ( che sono i più grandi e offrono giornalmente prodotti alimentari, pasti e molto altro), ai mercatini lungo le strade e le piazze, che decorano le vie con musica, decorazioni e cibo.

Andando a Novembre, abbiamo avuto sia la fortuna di poter vedere le foglie e i colori autunnali di Central Park, che l’inizio dell’atmosfera natalizia e… la neve!!
Infatti, abbiamo potuto osservare diversi mercatini natalizi e le piste da pattinaggio ( davvero expensive) che si dislocavano tra i quartieri.
Abbiamo assistito inoltre alla preparazione del famosissimo ed enorme albero natalizio davanti al Rockefeller Center.


Immancabile la passeggiata sull’High Line, il parco lineare realizzato lungo la costa, su un tratto di vecchia ferrovia. La nostra fortuna è stata quella di essere proprio lì nel magico momento in cui è iniziato a nevicare.. momenti davvero stupendi, perché la neve a New York è qualcosa di sensazionale!


Ci siamo spostati immediatamente verso Times Sqaure, dove di fronte al grande magazzino “Macy’s” stavano già realizzando statue e sculture di ghiaccio. Neve ed arte escluse, Macy’s è qualcosa di unico.
L’enorme magazzino offre ai clienti anche “piccoli show” del personale, oltre alle varie vetrine ed espositori veramente particolari…

Da questa magica atmosfera ci siamo spostati e goduti nuovamente Times Square.. innevata!

Word Trade Center

Il Word Trade Center lascia tutti in silenzio e senza parole.
E’ un complesso di strutture realizzato in omaggio alle Torri Gemelle, e proprio al posto loro giacciono oggi due fontane quadrate in ricordo delle vittime. Sui pannelli che fanno da bordo vi sono incisi i nomi di tutte le vittime, e il giorno del compleanno di una di esse, viene posta una rosa rossa in memoria. Il museo e il memoriale del 9/11 raccontano l’epilogo di quel brutto 11 Settembre 2001, mostrando documenti e resti che difficilmente si possono scordare.

Che dire! Potrei stare le ore a raccontarvi questo magico viaggio condiviso con Rina, che ci ha uniti ancor di più e regalato momenti indimenticabili. Quasi dimenticavo.. cosa non puoi non fare a New York?
Incontrarti con la tua “vecchia” amica Camilla che non vedevi da anni! Padovana doc e in viaggio lavorativo in America, ci ha dedicato alcune ore di “ciceronaggio” e compagnia. Quanto è piccolo il mondo !


New York ti lascia nel sangue quell’ effervescenza e quel brio, che difficilmente riesci a toglierti di dosso.. e ti riempie di quel qualcosa che incanta e affascina ogni occhiata che lasci in città… sarà forse questo il motivo per il quale dopo la prima volta nella grande mela, vogliono tutti tornarci? Beh io non so cosa sia… ma di sicuro questa “sindrome” ha colpito anche me, e non vedo l’ora di poterci tornare! Grazie New York!

Guarda l’ after movie e dimmi cosa ne pensi!

Nicoragazz

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial